16 aprile

images“Ti criticheranno sempre, parleranno male di te e sarà difficile che incontri qualcuno a cui tu possa piacere cosi come sei! Quindi vivi, fai ciò che ti dice il cuore, la vita è come un’opera teatrale: canta, balla, ridi e vivi intensamente ogni giorno prima che l’opera finisca priva di applausi.”

“Non dobbiamo continuare a temere i contrasti, i conflitti e i problemi con noi stessi e con gli altri perché perfino le stelle, a volte, si scontrano fra loro dando origine a nuovi mondi. Oggi so che tutto questo è ‘la vita’.”

“Ho perdonato errori quasi imperdonabili, ho provato a sostituire persone insostituibili e dimenticato persone indimenticabili. Ho agito per impulso, sono stato deluso dalle persone che non pensavo lo potessero fare, ma anch’io ho deluso persone che amavo. Ho tenuto qualcuno tra le mie braccia per proteggerlo; mi sono fatto amici per l’eternità. Ho riso quando non era necessario, ho amato e sono stato riamato, ma sono stato anche respinto. Sono stato amato e non ho saputo ricambiare. Ho gridato e saltato per tante gioie, tante. Ho vissuto d’amore e fatto promesse di eternità, ma mi sono bruciato il cuore tante volte! Ho pianto ascoltando la musica o guardando le foto. Ho telefonato solo per ascoltare una voce. Mi sono innamorato con un sorriso. A volte pensavo di morire perché mi mancava tanto qualcuno. Altre volte ho avuto paura di perdere qualcuno molto speciale (che ho finito per perdere)… ma sono sopravvissuto! E vivo ancora! E la vita, non mi stanca… E anche tu non dovrai stancartene. Vivi! La cosa migliore nella vita è andare avanti con tutti i nostri sogni e progetti, abbracciando la vita e vivendo ogni giorno con passione, perdendo con classe e vincendo con gratitudine… Il mondo appartiene a chi osa perseguire ciò che vuole. E la vita è davvero troppo breve per essere insignificante.”

(Charlie Chaplin, nato il 16 aprile 1889, con Sole in Ariete e Luna/Ascendente in Scorpione)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *