Equinozio di Primavera

imagesL’Equinozio di Primavera ha luogo esattamente lunedì 20 marzo 2017, alle 11:28 ora italiana. In quella data, che segna l’ingresso del Sole nel segno dell’Ariete, il periodo diurno e quello notturno hanno la stessa durata.

L’Equinozio di Primavera è celebrato in molte culture, per alcune delle quali, come quella persiana, rappresenta il primo giorno dell’anno. Astrologicamente, l’equinozio primaverile è il momento di inizio del ciclo annuale, che comincia appunto con il primo segno zodiacale, l’Ariete. Esso esemplifica tradizionalmente l’apertura del Portale Orientale, un’area di chiarezza, visione e illuminazione, in grado di promuovere benedizioni di autenticità, coraggio e onestà per coloro che sono pronti a riceverle.

La primavera porta il rinnovamento della terra e la potenziale rinascita della nostra natura originaria mediante la connessione con la Luce, l’Amore, Dio o qualunque altro termine che rappresenta per noi l’Assoluto.

Il viaggio autunnale e invernale, con la sua discesa purificatrice nel regno delle tenebre, è servito a recuperare doni preziosi dalle nostre radici ancestrali.

Se siamo disponibili a interpretare senza riserve una parte nel sacro teatro della vita, la primavera porta l’opportunità alla coscienza di ritornare alla luce, dando inizio a importanti imprese di guarigione e percorsi luminosi per il beneficio delle generazioni future.

In termini multidimensionali, le generazioni passate e future sono i nostri duplicati collocati in frequenze temporali diverse. Onorandoli, onoriamo noi stessi nel presente. Un tempo, in diverse tradizioni del pianeta, la vita era basata sulla consapevolezza continua di sette generazioni. Questo significava considerare gli eventi presenti nella prospettiva di sette generazioni, passate e future.

Passato e futuro erano riconosciuti come universi paralleli coesistenti nel presente. Era ritenuto vitale stabilire rapporti regolari con quegli universi per preservare la continuazione della rete della vita. In seguito, una realtà fondata sulla separazione e i suoi sistemi di credenza prevalsero, generando la nostra attuale realtà frammentata confinata in un limbo temporale.

L’inizio della primavera è un momento ideale per iniziare nuove imprese di guarigione, al fine di ricucire la rete della vita e recuperare le nostre connessioni perdute.

Quando il Sole entra nel suo ciclo ascensionale luminoso, una copiosa energia è disponibile per implementare iniziative pionieristiche di guarigione su vasta scala. Queste azioni iniziali sono decisive nella realizzazione di tutte le più grandi conquiste che giungono a compimento su questo pianeta. Esse richiedono carattere inflessibile, spontaneità eroica, apertura, audacia, luminosa asserzione, eccitamento giocoso e tutte le altre qualità di guerriero spirituale dell’Ariete.

Se c’è qualcosa dunque che veramente ami nella vita, per te stesso e per gli altri, questo è un momento fantastico per entrare in azione, per avanzare verso quel risultato. Nel fare ciò, la sfida è andare oltre la propria motivazione individuale e permettere che la realizzazione del tuo intento diventi un risultato multidimensionale, che coinvolge i tuoi antenati, le generazioni future e le persone che vivono nel presente.

In questo modo un’intenzione è destinata a portare beneficio a tutte le parti coinvolte e a lasciar andare l’identificazione illusoria con il nostro ego separato, diventando così un’Intenzione di Luce.

© Franco Santoro

Immagine: di Walter Crane

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *