PAN Italico, 33, Pisces 2006

Il PAN Italico 

Edizione ridotta in italiano di PAN Issue 33, 12.8-9-10, 18 febbraio 2006, numero 33
Cluny Hill College, Forres IV36 2RD, Moray, Scotland.
Traduzione parziale dall’originale inglese all’italiano.

È giusto che sperimenti la tua vita. Farai degli errori. Sono giusti anch’essi. (Anais Nin, 12.10.7)

Carissimi amici,

Il 18 febbraio 2006 il Sole entra in Pesci avventurandosi nell’ultima fase del suo viaggio annuale. Qui a Findhorn l’entrata del sole nei Pesci segna l’inizio, a lungo atteso, del Foundation Training in Astroshamanism, dal 18 febbraio al 4 marzo 2006. Questa è la quarta edizione del training che, fino ad ora, ha sempre avuto luogo sotto il segno dei Pesci.

Questa settimana è caratterizzata anche dall’inizio del Carnevale, la più antica celebrazione che saluta il passaggio dall’inverno alla primavera, mediante la libera rappresentazione di un momento culminante nella rete della vita. L’uso di maschere e costumi promuove la consapevolezza dell’interconnessione delle cose, usando il potere del muta-forma e mettendo in discussione la propria identità ordinaria. Il 23 febbraio 2006 (Giovedì Grasso) si terrà una Trance Dance Mascherata di Carnevale (Masquerade Carnival Trance Dance) nella sala da ballo del Cluny Hill College, dalle 19:45 alle 21:45.

Successivamente, dopo il training e dopo la spedizione in Danimarca, da Annmarie e Peter, per il seminario astrosciamanico base, il prossimo evento importante a Findhorn è il seminario Danze Astrosciamaniche di Trance, Percussioni e Canti Planetari: Dare nuova forma al Mondo attraverso la Guarigione Dinamica del Suono (Astroshamanic Trance Dances, Drumming & Chanting: Reshaping the World Through the Healing Dynamic of Sound) dal 25 marzo al 1 aprile 2006. È una preziosa opportunità per fare un’esperienza diretta di trance dance astrosciamanica, canti e tambureggiamenti. Il programma include canti, danze e percussioni, lavori teatrali sciamanici, guarigioni dinamiche, suoni e movimenti del corpo. L’evento è altamente raccomandato sia per i principianti di trance dance che per gli esperti. Se siete interessati, prenotate al più presto possibile o contattatemi per ulteriori dettagli.

Benedizioni, Franco

Cielo Astrosciamanico: Alle 19:26 del 18 febbraio 2006 il Sole entra in Pesci, mentre la Luna si trova in Scorpione. La Luna si sposterà in Sagittario alle 2:38 del 21 febbraio 2006 ed entrerà in Capricorno alle 8:16 del 23 febbraio 2006 quando, alle 10:14 del 25 febbraio 2006, si trasferirà in Acquario. Il 17 febbraio 2006 alle 22:44 Marte entra in Gemelli, promuovendo azioni versatili e flessibili, come pure grande energia nelle comunicazioni e in tutte le questioni inerenti i Gemelli, compresi amoreggiamenti, espressione verbale di desideri, progetti pionieristici e vita sessuale.

Ultimo Quarto: Questa fase della Luna, chiamata anche Mezzaluna Calante, dura due giorni, e in questo caso comprende il periodo che va dal mattino del 20 febbraio 2006 al mattino del 22 febbraio 2006. L’ Ultimo Quarto è esattamente nel momento in cui il Sole e la Luna sono in aspetto di quadrato, e questo si verifica precisamente alle 7:17 del 21 febbraio 2006. L’Ultimo Quarto è una fase attiva, un momento per far fronte agli impegni verso gli altri, per assumersi in prima persona la responsabilità del proprio Intento ed essere aperti ai cambiamenti, come pure trovare il tempo per contattare la propria interiorità. Rancori e blocchi affiorano facilmente in superficie ed è necessario affrontarli idealmente, in conformità con quanto era stato stabilito durante la Luna Nuova. Se questa responsabilità viene evitata, rimandata o allontanata, lo stesso ciclo lunare potrebbe trovare la sua strada per compensare il processo. Uno sviluppo di questo tipo potrebbe portare facilmente frustrazione, dolore, confusione e separazione dall’Intento originale. In questa fase posso correggere il corso del ciclo o manifestare lo scopo finale. A questo punto la domanda è: “In che modo posso concludere?”

In The Treatise of Passion (Trattato della passione), scritto da Gedun Chopel, un antico monaco buddista molto criticato, e tratto da antiche fonti indiane, l’autore descrive le differenti zone erogene del corpo femminile, per ogni giorno del ciclo lunare. Le aree associate all’Ultimo Quarto sono il torace (20 febbraio), lo stomaco (21 febbraio), l’ombelico (22 febbraio) e la vita (23 febbraio). Deduco che alcuni di voi potrebbero essere interessati a sapere anche quali aree sono associate agli altri giorni, ed ecco qui di seguito la lista che copre gli altri giorni di questo PAN: guance (18 febbraio), spalle (19 febbraio), regione pubica (24 febbraio), cosce (25 febbraio). Si suppone che toccando, accarezzando, lisciando o baciando tali aree si accresca il livello di estasi in una donna. Sfortunatamente Gedun Chopel non ha fornito una simile lista per gli uomini.

Questa Luna è collegata all’Equinozio d’Autunno e implica l’allineamento con i processi della vita ignorati o rifiutati, lasciando andare i propri attaccamenti e accettando ciò che esiste. La congiunzione della Luna con Plutone il 22 febbraio 2006 enfatizza inoltre la spinta alla purificazione, al rilascio e al risveglio della consapevolezza di una più vasta rete di vita.

 

Dormire come l’universo: la seguente tecnica è in armonia con le combinazioni 12.8 e 12.9 e con il Settore 12 in genere. Prima di andare a letto, siedi silenziosamente per qualche minuto e, se possibile, osserva il cielo notturno. Medita sul fatto che sei privo di limiti o che l’universo stesso determina i tuoi confini. Includi ognuno ed ogni cosa in questa percezione. Vedi il Sole levarsi e tramontare dentro di te, i pianeti e le galassie muoversi attraverso di te, tutti gli esseri della Terra e dell’universo sono te stesso. Sentiti immensamente beato in questo stato espanso della coscienza. Per 21 giorni, ogni notte, entra in questo spazio. Addormentati come se fossi l’universo, permettendo alle stelle di muoversi dentro di te. Al risveglio, di nuovo ricorda il tuo stato di coscienza. Alzati come l’universo. Fallo anche se è qualcosa difficile da sentire o credere. Pratica ciò come se fosse un gioco. Anche durante la giornata, ogni volta che è possibile, ricorda. Quando hai tempo o non sai che fare, entra in questa consapevolezza universale. Lascia andare la tua limitata identificazione. Senti quest’espansione oceanica quando vuoi.

 

Trance Dance Mascherata: Uno speciale avvenimento danzante ha avuto luogo la notte della Luna Piena, 12 febbraio 2006, nella Sala da ballo del Cluny Hill College, con Franco e Jonathan Orchard, assistiti da Astrid Gude. La foto allegata è stata fatta da Astrid poco prima l’evento. Prego notare che se Astrid avesse fatto la foto poco dopo l’evento, le immagini sarebbero state completamente diverse. Per fortuna Astrid non l’ha fatta dopo…

Jonathan Orchard è uno stupefacente ballerino e un controverso cantante inglese abbastanza popolare all’inizio degli anni ’90, insegnante di yoga e vincitore dell’edizione 2004 del festival spettacolo Hollywood Spiritual Film and Entertainment Festival con la canzone The Present Has the Power (Il potere è nel presente), che ha cantato durante la trance dance. Tutti i partecipanti  all’evento indossavano maschere, che sono state poi lasciate andare come rappresentazioni del passato. La trance dance comprendeva anche un parziale spogliarello sciamanico da parte di Franco e Jonathan, il che spiegherebbe perché una foto fatta alla fine sarebbe stata alquanto diversa!

Quella che segue è una lettera di Geline, che ha portato il suo appassionato contributo con una ardente e indomita danza.

Caro Franco, o forse sarebbe meglio cantare questa canzone: “Ehi, Dr. Romano, maestro di trance dance dell’universo!” Ho promesso di mandarti una piccola relazione della mia esperienza con la trance dance mascherata. Sì, la musica ha scosso le mie ossa e ha spinto i bottoni sensoriali del mio corpo, il ché era necessario per spronare il mio ultimo 10% di guarigione delle mie ferite sacre. Nell’ultima metà dello scorso anno ho lavorato molto con la mia frustrazione di essere una “Prostituta Sacra” che non è stata capace di agire nel pieno potere, sia nel mio “lavoro” che nelle relazioni con uomini che in modi diversi sono stati offensivi. Ho rafforzato la mia bassa autostima e sono entrata in contatto profondo con la gioia della vita e specialmente con il mio lato umoristico. In questa trance dance sono diventata completamente pazza per tutti i miei perduti e dolorosi amori e situazioni, soffrendo di dover indossare una maschera; avrei voluto essere vista, e sono stata contenta di avere avuto almeno lo spazio e le circostanze per esprimere (sebbene in modo limitato) una piccola parte della mia integrità. Ho portato così tanto amore all’intero pianeta, agli esseri umani e oltre… la gemma soffocata ha bisogno di fiorire adesso, e una parte è già dischiusa! Ci sono stati momenti in cui non potevo sentire nessuna canzone d’amore o Tarantella, mi faceva diventare matta. Quando sono tornata a casa sono quasi ricaduta nella follia di una melodrammatica Tarantella, ma era l’ultimo 10% necessario per la guarigione, per abbracciare pienamente il dolore e le lacrime come un bellissimo canto d’amore, perché mi ha fatto crescere e mi ha dato potere come Prostituta Sacra e guaritrice. Grazie “Dr. Romano” per le tue trance dance……. Con affetto, Geline

 

Binari:

12.8 (Sole in Pesci e Luna in Scorpione) unisce Acqua mutevole e Acqua fissa, amalgamando la sensibilità, l’empatia e l’immaginazione dei Pesci con l’intensità, la determinazione e le emozioni profonde dello Scorpione. Coloro che sono in risonanza con questa combinazione sono allineati prevalentemente con il quarto regno dimensionale ed emozionale, dotati della capacità spontanea di viaggiare attraverso il tempo, sebbene possano non esserne necessariamente consapevoli. Hanno la tendenza ad esistere a differenti livelli, mutando forma in vari ruoli secondo le circostanze, e inoltre con l’abilità di essere perseveranti e focosi nei loro obiettivi.

12.9 (Sole in Pesci e Luna in Sagittario) è un miscuglio di Acqua mutevole e Fuoco mutevole unendo la compassione, la trascendenza e l’ispirazione dei Pesci con l’ottimismo, lo spirito d’avventura e l’espansività del Sagittario. Coloro i quali sono allineati con questo abbinamento sono alla ricerca genuina di cosa c’è oltre l’HAC, mirando a svelare un imparziale verità e saggezza, che eventualmente li metta a confronto con  la meraviglia dei regni non-HAC. Sensibili, affezionati, esuberanti, gentili, pieni di humour, a volte birichini, in modo benevolo, spesso sembrano non essere di questo mondo.

12.10 (Sole in Pesci e Luna in Capricorno) integra Acqua mutevole e Terra cardinale, unendo l’empatia, l’arrendevolezza e l’immaginazione dei Pesci con l’integrità, l’ambizione e la disciplina del Capricorno. Questa combinazione produce individui capaci di portare a terra responsabilmente le sottili vibrazioni che arrivano dall’immaginario e dai regni non-HAC, dando loro forma pratica attraverso validi lavori HAC. Ambiziosi, determinati, sensibili, servizievoli e intuitivi, perseguono il quadro più ampio della rete della vita e, lungi dall’essere confusi, dirigono la loro energia con concentrazione, pragmatismo e disciplina.

 

Celebrità: In questa sezione trovate una lista di personaggi famosi corrispondenti alle combinazioni di questo numero. Tra parentesi è fornito in alcuni casi anche l’ascendente.

12.8: Elizabeth Taylor (AS Sagittario), George Harrison (AS Bilancia); Boris Vian (AS Acquario); Madeleine Renaud (AS Pesci); John Steinbeck (AS Leo); Bernardo Bertolucci (AS Vergine).

12.9: Albert Einstein (AS Cancro); Sharon Stone (AS Vergine); Victor Hugo (AS Scorpio); Nicolas Copernicus (AS Vergine); Chuck Norris (AS Sagittario); Yuri Gagarin (AS Acquario); Hugo Wolf (AS Gemelli); Luis Bunuel (AS Gemelli); Rupert Murdoch (AS Capricorn); Gabriele D’Annunzio (AS Toro); Levi Strauss; Ishmanel Reed; Aniela Jaffe.

12.10:  Jon Bon Jovi (AS Bilancia); Frédérick Chopin (AS Vergine); George Washington (AS Toro); Anaïs Nin (AS Bilancia); Luigi Boccherini (AS Toro); Niki Lauda (AS Gemelli); Ron Howard (AS Aries); Mircea Eliade (AS Acquario); Dinah Shore (AS Gemelli); Nina Simone.

L’edizione in lingua inglese contiene alcune biografie e articoli relative ai personaggi elencati sopra.

 

My Sweet Lord by George Harrison (12.8.7)

My sweet lord. Hm, my lord. Hm, my lord. I really want to see you
Really want to be with you. Really want to see you lord
But it takes so long, my lord. My sweet lord. Hm, my lord. Hm, my lord

I really want to know you. Really want to go with you. Really want to show you lord
That it won’t take long, my lord (hallelujah). My sweet lord (hallelujah). Hm, my lord (hallelujah)
My sweet lord (hallelujah). I really want to see you. Really want to see you. Really want to see you, lord
Really want to see you, lord. But it takes so long, my lord (hallelujah). My sweet lord (hallelujah)
Hm, my lord (hallelujah). My, my, my lord (hallelujah). I really want to know you (hallelujah)
Really want to go with you (hallelujah). Really want to show you lord (aaah).

That it won’t take long, my lord (hallelujah). Hmm (hallelujah). My sweet lord (hallelujah)
My, my, lord (hallelujah). Hm, my lord (hare krishna). My, my, my lord (hare krishna)
Oh hm, my sweet lord (krishna, krishna). Oh-uuh-uh (hare hare). Now, I really want to see you (hare rama)
Really want to be with you (hare rama). Really want to see you lord (aaah). But it takes so long, my lord (hallelujah)

Hm, my lord (hallelujah). My, my, my lord (hare krishna). My sweet lord (hare krishna)
My sweet lord (krishna krishna). My lord (hare hare). Hm, hm (gurur brahma)
Hm, hm (gurur vishnu). Hm, hm (gurur devo). Hm, hm (maheshwara)
My sweet lord (gurur sakshaat). My sweet lord (parabrahma). My, my, my lord (tasmayi shree)
My, my, my, my lord (guruve mamah). My sweet lord (hare rama) (Hare krishna)
My sweet lord (hare krishna). My sweet lord (krishna krishna). My lord (hare hare)

 

Percussioni Sciamaniche: Le percussioni sono la più arcaica forma dell’espressione musicale umana e gli strumenti più importanti usati dagli sciamani e dai guaritori di tutte le culture con lo scopo di lacerare il velo della Configurazione Arbitraria Umana (HAC) e allinearci con la nostra Identità Centrale Multidimensionale – Core Multidimensional Identity (CMI). Laddove il sonaglio è generalmente associato con l’energia ad alta frequenza del Cielo, Mondo dell’Alto o Handor, il tamburo è normalmente collegato con l’energia a bassa frequenza della terra, Mondo del Basso o Rodnah, mentre il tamburello, riunendo entrambi i mondi dell’Alto e del Basso, fa riferimento al Mondo di Mezzo o, come dico io, al rapporto sacro tra l’Alto e il Basso. Si crede che il tamburo trascini nelle energie della Terra, il sonaglio attragga il Cielo, o energie dell’Alto e il tamburello integri entrambe le energie, operando come una sorta di tratto digestivo multi dimensionale e corpo erotico. A questo riguardo una specifica corrispondenza con gli organi digestivi (stomaco, intestino, ano, ecc.) e con le zone erogene umane è attribuita a differenti tipi di tamburello. Sappiate però che i riferimenti al sesso dati in questo testo, e nel PAN in generale, fanno parte di uno scenario multi dimensionale più ampio o non-HAC, che non ha coinvolgimenti in attività sessuali HAC, quantunque vi si possa strategicamente alludere.

I battiti del tamburo ricordano quelli del nostro cuore e del cuore interiore del pianeta. Il tamburo crea anche la dimensione acustica del nostro stadio prenatale e il primo suono che abbiamo sentito: il battito del cuore di nostra madre. Poiché spesso è lo strumento più importante di uno sciamano, il tamburo è considerato con gran rispetto. E’ comunemente identificato con un mezzo di trasporto (cavallo, cervo, per esempio) che permette il passaggio lungo l’asse verticale, o Grande Albero, e la connessione tra Cielo e Terra. Può anche funzionare come la rappresentazione fisica del partner invisibile non-HAC con cui lo sciamano s’impegna sessualmente per attirare l’energia necessaria per le sue imprese di guarigione. Poiché l’intelaiatura del tamburo proviene dal legno di un albero, quando lo sciamano percuote il suo tamburo è proiettato nella dimensione del Grande Albero, o asse verticale, dove può salire, scendere e muoversi nell’intera cosmologia delle Sfere.

Secondo la cosmologia sciamanica ci sono tre aree di base, i Tre Mondi (Il mondo dell’Alto, di Mezzo e del Basso) collegati da un asse verticale, che comunemente si riferisce all’Albero del Mondo, o Grande Albero. Nell’Epica del Sacro Cono (Epic of the Sacred Cone) esso rappresenta il cordone ombelicale dell’universo illusorio nato dalla separazione, la cui definizione umana corrisponde all’HAC. Lo scopo è camminare indietro attraverso questo canale e lasciare andare le differenti fasi della separazione per ritornare finalmente alla piena consapevolezza della nostra CMI. E’ il viaggio verso la terra originaria o verso “casa”. Attraverso il suono del tamburo lo sciamano si muove su e giù per il Grande Albero, comunicando con i vari mondi, unendo le parti frammentate del puzzle, ristabilendo la realtà dell’unità e disfacendo tutto ciò che si è manifestato da quando è iniziata la separazione.

Il tamburo costituisce un microcosmo dell’universo multi dimensionale la cui intera cosmologia è rappresentata nel tamburo stesso. Nel tamburo a doppia membrana, un lato può produrre una tonalità più alta, positiva, yang, connessa con il Mondo dell’alto, mentre il lato opposto produce una tonalità più profonda, negativa, yin, collegata al Mondo del Basso. La parte laterale del tamburo può essere collegata all’asse orizzontale, il Mondo di Mezzo, la superficie della Terra ed il tronco del Grande Albero. Esso opera come elemento di unione tra i regni dell’alto e del basso, ristabilendo l’equilibrio delle polarità e annichilendo la loro illusoria separazione. Il lato del tamburo che corrisponde al Mondo dell’Alto facilita la capacità di visione e l’apertura dei centri o chakra più alti, mentre il lato che corrisponde al Mondo del Basso tende a sviluppare energia primaria nei chakra più bassi. Questa energia può essere successivamente diretta verso i centri più alti. Il tamburo a doppia membrana produce note profonde ed è ampiamente usato per fini sciamanici. Il tamburo ad una membrana, oltre che essere uno strumento tradizionale usato dai musicisti irlandesi e scozzesi, è usato prevalentemente tra gli esquimesi o sciamani siberiani e tra gli sciamani dei Nativi Americani come i Lakota, i Blackfeet (Piedineri) e tribù del Nordovest o dell’Alaska. Per questi popoli la metà superiore del lato del tamburo normalmente rappresenta il Mondo dell’Alto, mentre la metà inferiore rappresenta il Mondo del Basso. Queste due parti sono spesso colorate diversamente o hanno indicatori che permettono allo sciamano di capire di che parte si tratta. Siate consapevoli comunque che divisioni per categorie e identificazioni fisiche nei tamburi sciamanici non sono così rigide come è sempre l’Intento dello sciamano che dà forma alla realtà. Quindi non ha importanza su quale lato o metà del tamburo batto, se focalizzo la mia coscienza sul Mondo dell’Alto, che è l’area che deve essere attivata.

Ci sono diversi tipi di tamburi sciamanici. Lo spirito dell’animale da cui proviene la pelle del tamburo spesso diventa il “doppio” dello sciamano e il suo principale potente spirito alleato. I tamburi tradizionali hanno forma circolare o ovale e sono tenuti con la mano sinistra, lasciando l’altra mano libera di battere sul tamburo, generalmente con una bacchetta che alcuni sciamani chiamano whip (frusta), che nel contesto immaginario sciamanico può anche rappresentare l’organo sessuale maschile che colpisce l’organo femminile rappresentato dal cuoio del tamburo. Vengono prodotti diversi tipi di suoni, secondo l’area del tamburo che viene suonata e l’inclinazione del bastoncino. Normalmente la parte centrale (corrispondente al collo dell’utero e al canale vaginale) genera un suono profondo, mentre se ci si avvicina di più al bordo (dalle piccole alle grandi labbra), la tonalità diventa sempre più acuta o simile a quella di una campana. Quest’ultima zona rappresenta la zona magnetica che ospita il clitoride del tamburo. Io preferisco tenere il bastoncino delicatamente e permettere alla gravità di avere la meglio piuttosto che imporre il mio controllo. Il suono del tamburo può generare frequenze nella gamma delle onde teta (da quattro a sei cicli al secondo) che induce un profondo stato di trance o percezioni di realtà non ordinarie, così come nella gamma delle onde alfa (da sette a tredici cicli al secondo). Quest’ultima è la frequenza primaria generata dal campo elettromagnetico della Terra e generalmente produce leggere trance e condizioni ideali per esperienze sciamaniche, Questa caratteristica rende il tamburo un prezioso compagno nei viaggi sciamanici, lavori di guarigione e rituali.

Una sessione di tambureggiamenti sciamanici emula e sublima vari aspetti di interazione sessuale, la cui energia è re-indirizzata a scopo di guarigione. Prima di iniziare a suonare il tamburo, è essenziale mettere in pratica una serie di preliminari. Una buon’abitudine è la fumigazione di se stessi, del tamburo e dell’ambiente. Erbe adatte a questo proposito sono salvia, sweetgrass, cedro, lavanda o tabacco. Successivamente si raccomanda di chiamare le Direzioni, offrendo fumo o invocazioni e aprire ufficialmente il Sacro Cerchio. Lo scopo è di radicarsi ed essere sicuri che il proprio corpo sia ancorato nella realtà fisica. Questo significa anche mettersi seduti in una posizione comoda e che dà potere. Tenete la spina dorsale dritta e respirate profondamente usando la piena capacità dei vostri polmoni. Ponete l’attenzione sul vostro respiro e permettetegli di espandersi in ogni parte del corpo. Poi lasciate che si estenda al tamburo e alla bacchetta che tenete in mano. Diventate tutt’uno con il tamburo e la sua bacchetta. Lasciate andare le tensioni e trovate la giusta postura. Carezzare, lisciare, abbracciare, massaggiare, baciare, coccolare e altre più intime forme di contatto aiutano a stabilire una connessione più profonda con il tamburo. Prima di iniziare a suonare il tamburo io rimango in silenzio per qualche tempo e mi connetto con l’Intento e la Funzione. Ascolto il battito del mio cuore e l’accordo con il tamburo. Una volta formulato il mio Intento e allineato alla frequenza del mio cuore, invito il tamburo a far sentire la sua vibrazione e comincio a suonare. Mentre procedo con i miei tambureggiamenti posso permettere al ritmo di espandersi e cambiare. A un certo punto posso anche aggiungere la mia voce. La fine della sessione di tambureggiamenti normalmente è annunciata da una serie di colpi veloci o lenti. Io generalmente concludo la sessione ringraziando per quanto è stato ricevuto e chiudendo il Sacro Cerchio.

 

CALENDARIO PROSSIMI PROGRAMMI:

*FOUNDATION ASTROSHAMANIC TRAINING

Questo programma costituisce un’introduzione completa all’astrosciamanesimo attraverso un approccio pratico ed efficace. Il training è rivolto sia a chi si avvicina per la prima volta a questo lavoro, sia a coloro che intendono consolidare precedenti esperienze o percorsi affini. Il completamento delle due settimane fornisce una base solida per proseguire con programmi più avanzati, e per l’ammissione al Certificate Operative Training in Astroshamanism. E’ possibile partecipare anche solo alla prima settimana.

Findhorn (Scozia), 18–25 febbraio 2006, Viaggio nell’Universo Interiore. La settimana s’incentra sulla connessione con lo Spirito Guida. I partecipanti apprenderanno le tecniche base del lavoro astrosciamanico. Il programma include: viaggi astrosciamanici, trance dance, posture, posizionamento di cerchio, condivisioni, rituali e opportunità per integrare il lavoro sciamanico nella realtà ordinaria. Questa settimana può essere anche frequentata singolarmente. http://www.findhorn.org/brochure2005/programme77.php

Findhorn (Scozia), 26 febbraio–4 marzo 2006, Il Viaggio nei Misteri Zodiacali. Nella seconda settimana i partecipanti fanno esperienza dell’intero spettro delle forze planetarie, recuperando energie bloccate e supportando la relazione con la Guida. Informazioni sono fornite sull’uso dell’astrologia come mappa d’esplorazione delle realtà sciamaniche. La settimana precedente, o alti seminari con Franco, sono un prerequisito per partecipare.

Copenaghen (Danimarca), 11-14 marzo 2006, Basic Course in Astroshamanism
Contact: Peter Vibe, tel. +45 20137709 email petervibe@mail.tele.dk

Findhorn (Scozia), 25 marzo–1 aprile 2006, Danze Astrosciamaniche di Trance, Percussioni e Canti Planetari. In questo seminario le danze sono usate come metodi di trasformazione, ove il corpo diventa un mezzo attraverso cui potenti energie trovano espressione e ancoraggio. Il programma include: trance dance, danze tradizionali, posture, tambureggiamenti, danze estatiche e di guarigione, tarantella, canti e suoni astrosciamanici.

Gerona (Spagna), 8-9 aprile 2006, Ritiro Astrosciamanico. Sarima, +34 620930452.

Riccione (Italia), 27-28 aprile 2006, Iniziazione alla Trance Dance Astrosciamanica nell’ambito del convegno “L’Uomo e il Mistero”. Seminario d’introduzione alle danze di guarigione sciamanica e all’impiego dell’astrologia come cartografia dei ritmi e movimenti dell’anima. La danza e il suono rappresentano le pratiche di guarigione più antiche e diffuse dell’umanità. Per millenni sciamani e maestri spirituali le hanno impiegate per raggiungere stati di coscienza superiore, recuperare parti dell’anima, rapportarsi con spiriti alleati e attivare processi di risanamento collettivi. Nell’astrosciamanesimo il movimento fisico è impiegato in armonia con i cicli planetari e l’ambiente per facilitare l’espressione, trasformazione e integrazione di potenti forze ed emozioni. Nel corso di questo seminario i partecipanti avranno l’opportunità di apprendere alcune semplici pratiche intese a definire il proprio scopo nella vita, comprendere le dinamiche sottili del corpo, instaurare un rapporto con lo Spirito Guida, liberare blocchi e attivare talenti inespressi. L’intento è quello di fornire strumenti per facilitare la piena accettazione di sé stessi, onde attivare il proprio vero potenziale nella vita e metterlo al servizio del pianeta. Alcune danze e sonorità delle tradizioni celtiche e mediterranee saranno usate secondo una prospettiva sciamanica come elemento di armonizzazione e comunione tra i partecipanti. Il programma prevede danze di trance, percussioni e sonorità sciamaniche, impiego del sacro cerchio, cenni di astrologia sciamanica, condivisioni di gruppo secondo il modello della comunità di Findhorn, e la pratica astrosciamanica di base del Rituale del Sacro Cono.

Riccione (Italia), 1 maggio 2006, Canti e Percussioni di Guarigione Astrosciamanica Nell’astrosciamanesimo il canto e i suoni sono usati come metodi di guarigione dell’anima  in cui la voce e le percussioni diventano un mezzo attraverso cui liberare energie stagnanti e utilizzarle a beneficio dei nostri potenziali più elevati e in armonia con i cicli planetari. Queste pratiche non hanno nulla a che vedere con l’esibizione estetica. Quello che conta è operare come canali, abbandonare i giudizi ed esprimere con trasparenza sé stessi mediante il suono. I partecipanti apprenderanno una semplice tecnica di guarigione astrosciamanica e riceveranno insegnamenti su come applicarla autonomamente nella vita quotidiana. Il programma comprende: canti di guarigione abbinati ai segni zodiacali, cerchi astrosciamanici di percussione, elementi di sonorità sciamaniche e scale planetarie. I partecipanti al seminario faranno inoltre esperienza di alcune pratiche di tambureggiamento delle tradizioni sciamaniche mediterranee. L’obiettivo dell’evento è quello di fornire strumenti per giungere ad una più profonda comprensione dei nostri potenziali e del rapporto con il proprio ambiente.

Francoforte (Germania), 6-7 maggio 2006, Astroshamanic Trance Dance. 8-10 maggio 2006, Astroshamanic Basic Course. Erik emansson@hotmail.com
Johannesburg (Sudafrica) 27-30 maggio 2006, Astroshamanic Touch 3-4 giugno 2006, Astroshamanic Trance Dances thegrange@telkomsa.net

Findhorn (Scozia), 13-19 maggio 2006, Lo Spirito del Giardino di Cluny, con Sverre Koxvold e Franco

Findhorn (Scozia), 1-7 luglio 2006, Original Quest, Viaggio astrosciamanico nello spazio-tempo: seminario residenziale intensivo dedicato alla rivisitazione sciamanica delle dimensioni spazio-tempo, l’esplorazione della storia collettiva, il rilascio di relativi blocchi, la riscoperta del potenziale e scopo dell’anima. Cluny Hill College è usato strategicamente come Sacro Cerchio astrologico al fine di dare ispirazione e radicamento al lavoro sciamanico.

Tolé (Italia), 23-29 luglio 2006, Ritiro Estivo Avanzato La seconda edizione di questo popolare evento offre rilevanti opportunità per esplorare un profondo rapporto con il potere dell’elemento Terra, il funzionamento multidimensionale del corpo e l’energia del Sud. Franco condividerà alcuni aspetti avanzati del suo lavoro particolarmente rivolti a chi intende operare su gli altri e l’ambiente. L’incontro è aperto solo a coloro che hanno partecipato a precedenti seminari avanzati. Per informazioni e prenotazioni, rivolgersi a Franco.

Findhorn (Scozia), 5-12 agosto 2006: Settimana di Esperienza settimana in italiano con Franco e Irmgard, il programma classico della Fondazione col proposito di fornire un’introduzione generale alla comunità di Findhorn.

Findhorn (Scozia), 19-25 agosto 2006: Settimana di Esperienza Astrosciamanica: Via delle Sacre Relazioni  Settimana speciale in lingua italiana con Franco a Cluny Hill College. Nel corso di questo seminario esperienziale i partecipanti saranno iniziati ad alcune semplici pratiche di guarigione spirituale intese a liberare dissidi e rancori, supportare e integrare i propri potenziali, promuovere relazioni armoniose e sacre, comprendere e sviluppare il rapporto con lo Spirito Guida, il Sé superiore, Dio o qualunque altro termine inteso a identificare l’aspetto più completo dell’essere. Ci saranno pratiche giornaliere, sia individuali sia di gruppo, momenti liberi in rapporto con la natura e la comunità, alcune ore pomeridiane nei dipartimenti di lavoro della Fondazione (le nostre classi di integrazione sciamanica) e l’opportunità di partecipare ad eventi collettivi di meditazione e danze sacre. Il programma comprende meditazioni silenziose e dinamiche, viaggi sciamanici, trance dance, pratiche di recupero dell’anima e guarigione spirituale, condivisioni cerimoniali, l’iniziazione al rituale astrosciamanico di base.

Findhorn (Scozia), 2-8 settembre 2006: Teatro Sacro e Astrosciamanismo evento speciale con Sandra Lee Hughes e Franco Santoro. Danza, rappresentazioni, maschere, ecc.

Findhorn (Scozia), 16-22 settembre 2006: Guarigione Astrosciamanica: Recupero dell’Anima e Relazioni settimana di guarigione finalizzata all’armonizzazione dei rapporti umani e alla visitazione in chiave astrosciamanica delle relazioni d’amore. Secondo la prospettiva di guarigione sciamanica il dolore e le paure della nostra cultura derivano dalla frammentazione dell’anima, ossia uno stato di separazione nei confronti di ciò che esiste sia dentro sia fuori di noi. La cura consiste nel recuperare le parti perdute dell’anima tramite l’accesso ad esperienze che permettono di risvegliare il senso originario di unità. Il lavoro comporta inoltre la trasformazione della storia personale in termini collettivi, rivelando le radici comuni, al fine di sanare le ferite del passato e i relativi conflitti nei rapporti umani e con l’ambiente.
Roma (Italia), 6-8 ottobre 2006, Ritiro Astrosciamanico

Findhorn (Scozia), 28 ottobre – 3 novembre 2006: Settimana di Esperienza, è in probabile programmazione una settimana in italiano a Findhorn durante il mese di ottobre.
Questo messaggio è inviato in osservanza della legge 675/96 sulla Privacy. Se desideri essere escluso anche da questo circuito e non ricevere corrispondenza alcuna, inviaci una e-mail con la dicitura “RIMUOVI” e sarai depennato dall’indirizzario.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *