Sensualità Multidimensionale

Pebbles small towerSensualità multidimensionale significa uscire dall’illusione della realtà consensuale e comprendere esperienzialmente che oltre l’autismo delle nostre interazioni fisiche esiste un universo estatico da cui ci siamo scissi. Fino a quando seguitiamo ad accettare per reali le informazioni derivate dai nostri occhi fisici, identificandoci con pezzi disgiunti di materiale organico, rimarremo intrappolati in un limbo di separazione e dolore.

Un primo passo verso il rilascio della nostra percezione separata implica concedere almeno pari opportunità ai nostri sogni, fantasie, visioni e tutto quanto giudichiamo come irreale. Questo significa anche cessare di interpretare sogni e visioni in base alla logica della nostra vita ordinaria, e iniziare a contemplare il procedimento opposto.

Di una cosa possiamo essere certi: la nostra vita ordinaria ad un certo punto finirà. Ne consegue che può apparire altrettanto legittimo interpretare la vita ordinaria alla luce della realtà dei nostri sogni e di altre realtà alternative da cui ci siamo separati.

Vi sono due categorie di individui che vagano nel sogno della realtà separata terrena. Quella decisamente più abbondante e prolifica opera per promuove la preservazione del sogno attraverso la moltiplicazione del suo materiale organico disgiunto e il relativo inquadramento nella percezione separata.

Una piccola minoranza di individui appaiono nella realtà ordinaria per creare passaggi e varchi verso ciò che esiste oltre il sogno terreno, per organizzare il processo di risveglio. Si tratta di due categorie incompatibili tra loro, Ogni essere umano le possiede entrambe in proporzione distinte. Non possiamo esimerci dal sentire l’influenza delle due categorie, coscientemente o inconsciamente. Possiamo tuttavia scegliere in ogni momento da che parte schierarci.

 

© Franco Santoro

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *